Argomento 2 Introduzione al Teatro dell’oppresso

Il Teatro dell’oppresso (TdO) è una tecnica di teatro partecipativo che favorisce l’interazione cooperativa e democratica tra gli studenti.  Il TdO invita le persone a diventare “spett-attori”, che possono agire e utilizzare il teatro come spazio di prova per la trasformazione sociale. 

Il TdO comporta la partecipazione di diversi soggetti. Ecco un elenco dei soggetti chiave in una tipica produzione del TdO.

  1. Facilitatore: un facilitatore ha la responsabilità di guidare i partecipanti nel processo di creazione e messa in scena dello spettacolo. Aiuta a strutturare le prove, guida le attività di riscaldamento e dà sostegno agli altri partecipanti.
  2. Spett-attori: sono le persone del pubblico che partecipano attivamente alla rappresentazione. Sono incoraggiati a interrompere l’azione e offrire suggerimenti o soluzioni ai problemi che vengono presentati sul palco.
  3. Attori: sono gli artisti che interpretano i personaggi nella rappresentazione. Possono avere il ruolo di Oppressori o Alleati.
  4. Jolly: è un facilitatore che guida la produzione e aiuta a creare uno spazio sicuro e di supporto per l’esplorazione e la sperimentazione. Può anche interpretare vari ruoli sul palco, come l’Oppressore o un Alleato degli oppressi.